Promuovere Cittadinanza, costruire Comunità.
Verso la via italiana al Service-Learning

Primo Convegno Internazionale sul Service-Learning
Complesso San Micheletto - Lucca, 6-8 Maggio 2019


Il Service-Learning è una proposta pedagogica, metodologica e didattica che unisce il Service (la cittadinanza, le azioni solidali e il volontariato) e il Learning (un apprendimento significativo).
Il Service-Learning chiede agli studenti di compiere concrete azioni solidali nei confronti della comunità, sostenendo la scuola nella collaborazione con le istituzioni e le associazioni locali. In questo modo si crea un circolo virtuoso tra apprendimento nell’aula (Learning) e servizio solidale (Service).
Questa proposta, molto diffusa negli Stati Uniti, nell’America Latina e in molti Paesi europei, sta incontrando un grande interesse anche in Italia.
Inizialmente promossa dalla Scuola di Alta Formazione EIS dell’Università LUMSA di Roma, è oggi sostenuta anche dal MIUR, che ha realizzato una sperimentazione nazionale e promosso la costituzione di reti di scuole del Service-Learning in tutte le regioni italiane.
Associazioni professionali, istituzioni
del volontariato, enti locali sono stati a loro volta, in certe occasioni, promotori di tale esperienza.
Attualmente il ruolo significativo per la Scuola Italiana è svolto da Indire (Istituto Nazionale per la Documentazione, l’Innovazione e la Ricerca educativa) all’interno del progetto delle Avanguardie Educative, ha incoraggiato esperienze di Service-Learning ed ha recentemente pubblicato il documento “Linee Guida per l’implementazione dell’idea Dentro/fuori la Scuola - Service-Learning” nel quale offre un inquadramento teorico generale, indicazioni operative per la progettazione, la realizzazione e la
valutazione dei percorsi e strumenti utili per la progettazione di esperienze, oltre ad una vetrina di pratiche.

Dinanzi a questa crescente vitalità e varietà di soluzioni, la Fondazione UIBI, Indire, LUMSA e EIS, hanno ritenuto importante definire in maniera più riconoscibile i tratti italiani di questa proposta internazionale, al fine di orientare tutte le scuole verso percorsi praticabili,  efficaci e coerenti con le caratteristiche delle realtà territoriali del nostro Paese.

L’evento assume pertanto una rilevanza unica in quanto:

  • è il primo Convegno a livello nazionale che affronta il tema del Service-Learning in tutti gli ordini e gradi di scuola, insieme all’università.
  • è il primo Convegno che promuove un confronto sul Service-Learning tra realtà della scuola e realtà territoriali, nella prospettiva del patto educativo tra tutte le realtà che hanno a cuore la formazione alla cittadinanza attiva.
  • è il primo Convegno che consente di inserire l’esperienza italiana nello scenario internazionale, mettendo a confronto diversi modelli e cercando di individuare i tratti specifici di un modello italiano, un modello, cioè, radicato nella migliore tradizione pedagogica del nostro Paese e inserito nel nostro quadro ordinamentale.


Organizzazione scientifica

  • Referente Scientifico Prof. Italo Fiorin(EIS-LUMSA, Roma)
  • Partner Scientifico: Indire
  • Coordinatore Scientifico Prof. Paolo Masini(Fondazione UIBI)

Ospiti internazionali

  • Andrew Furco, esperto internazionale, fondatore del Service-Learning Research and Development Center presso l’università di Berkeley, in California;
    coordinatore della prima rete internazionale di ricerca sul service-Learning: IARSLCE (International Association for Research on Service-Learning and Community Engagement )
  • Maria Nieves Tapia, fondatrice e direttrice di CLAYSS (Centro Latino Americano di Aprendizaje y Servicio Solidario)
  • Pilar Aramzaburuzabala, Università Autonoma di Madrid, Coordinatrice della rete europea sul Service-Learning Europa Engage
  • Fanni Dahinden, fondazione MIGROS per il sostegno del Service-Learning, Svizzera
  • Roser Battle, fondatrice della Red Española de Aprendizaje-Servicio;
    componente del Centro Promotor de Aprendizaje Servicio de Cataluña e della Fundación Zerbikas dei Paesi Baschi, Spagna